14 GIUGNO SCIOPERO AEROPORTO DI FIRENZE

A fronte di una procedura di raffreddamento esperita con esito negativo in data 28/02/2013 ADF continua imperterrita sulla strada della negazione di risposte certe per i lavoratori.

 

Firenze -

Aeroporto di Firenze: cambiano i suonatori, ma la musica rimane la stessa !!!

A fronte di una procedura di raffreddamento esperita con esito negativo in data 28/02/2013 ADF continua imperterrita sulla strada della negazione di risposte certe per i lavoratori.

Ricordiamo gli argomenti oggetto della procedura: Mancato riconoscimento, al personale turnista, di lavorare un numero di giorni, su base annua, equivalente al personale normalista. Esigenza, ormai non più derogabile, di adeguati investimenti per acquisti e manutenzione del parco mezzi, sempre più oggetto di guasti e mal funzionamenti, che pregiudicano la sicurezza dei lavoratori e degli utenti ( passeggeri).

Verifica delle condizioni dell’ appalto conferito alla Servizi Integrati ( ex Giacchieri ) risultanti da problematiche nelle turnazioni di lavoro, nella correttezza della compilazione delle buste paga, e nella puntualità di erogazione delle stesse. Necessità di interventi immediati per abbassare i livelli di inquinamento acustico e ambientale sul piazzale aeromobili e negli adiacenti locali di lavoro, atteso che ADF si rifiuta di mettere in pratica la procedura del traino aeromobili a motore spento dal punto attesa al parcheggio aeromobile e viceversa. Questo ultimo punto sta molto a cuore a USB che, da sola, si batte da anni per l’ utilizzo di questa procedura ineludibile per il rispetto della salute dei lavoratori, degli utenti e degli abitanti delle aree limitrofe all’ aeroporto, qualora si voglia seriamente parlare dello sviluppo dell’ aeroporto di FIRENZE. Nel mese di Maggio abbiamo assistito all’ insediamento del nuovo consiglio di amministrazione che in parte dovrebbe essere espressione dell’ azionariato privato con l’ ingresso del fondo infrastrutturale F2i in parte degli enti pubblici e da altri enti, ormai noti, che sono comunque espressione del territorio ,di cui da molto tempo si parla della costituzione di un patto di sindacato. Ma il il fondo F2i  è lo stesso che  a Milano è inquisito per aggiotaggio per l’ acquisizione delle azioni della SEA di Malpensa…??? Ed è lo stesso che insieme a un raggruppamento di imprese aveva ricevuto dalla regione Toscana 29 milioni di euro per la realizzazione della bretella Stagno-Prato e che invece risultano spariti…??? Se si,  le notizie non sembrano molto confortanti per i lavoratori dell’ Aeroporto di Firenze che non solo non ricevono , da mesi, risposte sulle vertenze in corso, ma sentono sempre più spesso voci di cessioni societarie e spezzatini vari, purtroppo molto in voga, negli aeroporti italiani.

 

PER QUESTE MOTIVAZIONI I LAVORATORI SONO PRONTI AD INIZIARE UN PERCORSO DI LOTTA CON UN PRIMO SCIOPERO VENERDI 14 GIUGNO DALLE 12 .OO ALLE  16.00               

 

                                                                             RSA- USB Aeroporto Firenze

 

 

Firenze 10 Giugno 2013

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni