Fabio Perini, martedì 22 sciopero e presidio per l’incontro con la dirigenza

Bologna -

Come da comunicazioni precedenti e come sottolineato dagli esiti degli ultimi confronti assembleari, Il Coordinamento Aziendale Italiano (CAI) mantiene una posizione rivendicativa nei confronti del gruppo dirigente per pretendere chiarezza di intenti a riguardo del futuro della Fabio Perini S.p.A. e con essa quello dei 612 dipendenti occupati attualmente nei due siti;

 

 

Le relazioni tra Direzione e RSU continuano ad essere tese; l’atteggiamento ipocrita tra il “dire” ed il “fare” da parte della Direzione Aziendale persiste e in questa situazione non possiamo non chiedere in maniera forte che sia fatta chiarezza, a partire dalla richiesta da parte Sindacale per un “accordo ponte” sul Contratto Integrativo Aziendale già richiesto dal Coordinamento Sindacale.

 

 

A sostegno delle ragioni più volte esposte sulla situazione e delle RSU che le sosterranno con richiesta di impegni formali e monitorabili, e facendo seguito a quanto deliberato dall’assemblea a Lucca dello scorso 10 ottobre, l’incontro tra CAI e Dirigenza previsto per il prossimo martedì 22 a Bologna sarà preceduto da due presidi con sciopero indetto con le seguenti modalità:

 

sito LUCCA: 2 ore di sciopero 8.00 – 10.00 Operativi /

8.30-10.30 Impiegati con presidio all’ingresso azienda

(1a ora per part-time)

 

 

sito CALDERARA: 1 ora di sciopero 8.00 – 09.00 con presidio all’ingresso azienda (per i part-time proporzionato alle proprie ore)

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni