Firenze: a fianco della delegata USB licenziata da Unicoop Firenze - Per la libertà sindacale

Firenze -

La Confederazione USB sostiene con forza la nostra delegata sindacale presso il Superstore Unicoop di Montevarchi, licenziata a seguito di una contestazione disciplinare, per motivi assai discutibili.

 

La Confederazione USB denuncia il clima che si è venuto a creare all’interno del negozio, dove dopo le numerose vertenze vinte dai lavoratori nei confronti di Unicoop Firenze, che hanno portato ai lavoratori e alle lavoratrici, notevoli riconoscimenti giuridici ed economici.

 

Oggi si cerca con tutti i modi di scardinare il sindacato, attaccando quei dipendenti, che dopo anni di oblio e pace sindacale, hanno deciso di alzare la testa e di organizzarsi con un soggetto sindacale indipendente. E questo lo si fa colpendo in prima persona la delegata più in vista e costruendo contro questa una vera e propria caccia alle streghe, che ricorda il clima anni ’50 nella Fiat di Valletta.

 

Domandiamo alle altre OO.SS. cosa pensano quando un delegato sindacale viene licenziato? Si può secondo voi licenziare una lavoratrice non in servizio?

 

Chiediamo ad Unicoop Firenze il ritiro immediato del provvedimento di licenziamento e invitiamo i lavoratori e le lavoratrici del Superstore di Montevarchi di esprimere, mobilitandosi, la solidarietà alla lavoratrice licenziata.

 

Da parte nostra attiveremo tutte le procedure, oltre che in sede legale anche in sede sindacale e politica per difendere il diritto democratico di organizzarsi dei lavoratori e delle lavoratrici.

 

Firenze 29 maggio 2019

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni