L'Unione Sindacale di Base aderisce alla manifestazione dell'8 giugno organizzata dagli studenti e dai lavoratori del Liceo Artistico Petrocchi di Pistoia.

Pistoia -

L'Unione Sindacale di Base aderisce alla manifestazione dell'8 giugno organizzata dagli studenti e dai lavoratori del Liceo Artistico Petrocchi di Pistoia.

Riteniamo sia un fatto gravissimo che dopo un periodo di tempo di ben sei anni gli Enti preposti non siano stati in grado di risolvere il problema degli spazi che affligge il Liceo e tutti coloro che vi trascorrono gran parte delle loro giornate!

Le proposte presentate di volta in volta dalla Provincia, sfumate inesorabilmente una dopo l'altra, ci hanno condotti oggi a un punto di non ritorno. La misura è davvero colma! Il 16 ottobre 2018 studenti e lavoratori del Liceo saranno sfrattati da una delle sedi dell'Istituto, la succursale di via del Bottaccio. L'unica soluzione che Presidente della Provincia e Prefetto sono stati in grado di ideare è quella dei doppi turni! Nelle loro dichiarazioni pubbliche, quella del Petrocchi sarebbe un'emergenza! Noi non ci stupiamo né delle loro parole, né del loro modo di affrontare il problema. È da almeno vent'anni, infatti, che la scuola viene considerata alla stregua di una fastidiosa voce di un esercizio di bilancio. La spending review è una cattiva bestia che agisce sempre contro i più deboli e i più bisognosi. In questo la politica locale si avvicina degnamente all'orizzonte tracciato dalla politica nazionale. Parlare oggi di emergenza significa provare a mistificare la realtà. Il problema degli spazi è vecchio. Un'emergenza è un atto imprevisto, contingente, improvviso. Qui non c'è nulla di nuovo sotto il Sole! Gli Enti preposti hanno avuto molto, troppo tempo per risolvere la questione. Se non sono riusciti a trovare una soluzione, significa che non hanno avuto la volontà politica di investire nella scuola.

Noi siamo di tutt'altro avviso. La scuola è una delle componenti principali del Paese. Prendersene cura, in primo luogo investirvi risorse, significherebbe progettare un futuro ricco e dignitoso. Rispediamo al mittente la proposta dei doppi turni. Molto semplicemente, non si può realizzare. Significherebbe ledere in un sol colpo due diritti essenziali: allo studio e al lavoro!

L'8 GIUGNO ALLE ORE 11:30 (partenza dalla sede centrale del Liceo Petrocchi) SAREMO INSIEME AI LAVORATORI E AGLI STUDENTI PER ESPRIMERE CON FORZA TUTTO IL NOSTRO DISSENSO!

 

Pistoia 5/6/2018

USB P.I. SCUOLA

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni