Palazzo Vecchio:A proposito del bando per la P.O. Tradizioni Popolari Fiorentine, ANCORA STORIE DI ORDINARIA FOLLIA.

Palazzo Vecchio

 

A proposito del bando per la P.O. Tradizioni Popolari Fiorentine, ANCORA STORIE DI ORDINARIA FOLLIA.

 

 

Con Determinazione del Direttore Generale del 10.02.2016 n. 867 veniva aperto il bando per il conferimento dell’incarico di P.O. Tradizioni Popolari Fiorentine. I termini del bando indicati nella stessa Determina erano dalle 9,30 del giorno 11 Febbraio 2016 alle ore 14,00 del giorno 19 Febbraio 2016. I requisiti previsti per l’accesso i soliti di sempre…”essere dipendenti di ruolo del Comune di Firenze” ed essere inquadrati nella categoria D….

 

In data 18 Febbraio (quindi un giorno prima della scadenza del bando) una nuova Determina la 1093 sempre del Direttore Generale modificava “parzialmente” il precedente atto nella parte relativa ai requisiti di partecipazione “ può partecipare il personale dipendente del Comune di Firenze o chi vi presta servizio”…….

 

Qualcuno, soprattutto i non addetti ai lavori, non se ne saranno neppure accorti o l’avranno considerata come una cosa non di significativa importanza.

 

La realtà dei fatti è invece un’altra, questa modifica apre la possibilità di partecipazione anche a chi non è dipendente effettivo del Comune di Firenze !

 

Siccome a pensar male si fa peccato ma quasi sempre ci si azzecca (cit. Giulio Andreotti), noi siamo orientati a pensar male e chiamiamo questa cosa con il suo vero nome: UNA NUOVA MARCHETTA!

 

Per concludere: le tanto decantate regole, e la trasparenza, in questa Amministrazione valgono soltanto quando si deve tagliare le retribuzioni ai dipendenti !

 

Firenze 25 Febbraio 2016

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni